Cassaforte certif I° livello EN1143-1 Bordogna mod. BRIXIA Uno Size 6 elettronica

Informazioni aggiuntive

Peso 220 kg
Dimensioni (HxLxP) 121x48x54cm
Accessori

Modulo in ecopelle composto da n°2 Rotori per orologio, Cassettiera in ecopelle composta da n°4 cassetti, Vano vuoto, nessuno

Allestimento Interno Cassetti

Liscio, 4 Scomparti, 9 Scomparti, 6 Binari, Con Fessure Per anelli, Con fessure per orologi, nessuno

CARDINI

SINISTRA, DESTRA

Colore

Bianco, Nero

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cassaforte certif I° livello EN1143-1 Bordogna mod. BRIXIA Uno Size 6 elettronica”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il mio albergo bed&breakfast

Il mio tesoro da proteggere sono i miei clienti e i loro valori.h2705-serratura-elettronica-con-codice-con-deposito

Per questo installerò in ogni camera una cassaforte a muro da incasso o una all’interno dei mobiletti della stanza ancorata alla base e/o alla schiena.     La cassaforte disporrà di una serratura elettronica con un codice che il cliente imposterà facilmente al momento dell’arrivo e utilizzerà durante il soggiorno; in ogni momento però ( per esigenze del cliente – dimenticanza codice o altro – ) l’albergatore potrà aprire la cassaforte con il codice master d’emergenza che automaticamente annullerà il codice cliente garantendo anch’esso che l’albergatore nella normale attività non abbia aperto la cassaforte.

Se la mia hall me lo consentirà aggiungerò anche un armadio blindato/cassaforte che mi permetterà di salvaguardare i miei valori e tramite l’installazione di cassette di sicurezza  a doppia chiave cliente-albergatore di tutelare quelli particolarmente preziosi dei clienti. Il tutto controllato da un sistema TVCC che tramite la videoregistrazione delle immagini mi potrà risolvere qualsiasi controversia con i clienti e mi assicurerà contro eventuali furti/rapine. Se il mio albergo non dovesse avere il servizio notturno metterò in sicurezza i punti a rischio con un buon sistema antifurto che tramite i rivelatori volumetrici a doppia tecnologia mi avviserà utilizzando il combinatore GSM di un allarme generato da malintenzionati spaventandoli anche con le sirene esterne ed interne: niente paura se la struttura è già operante e non si possono utilizzare i cavidotti esistenti: l’affidabilità degli impianti wireless di ultima generazione è totale e consente di installare l’intero sistema senza minimamente intaccare l’estetica dei locali.

Le casseforti che potrebbero interessarti:

CATEGORIA PORTE CILINDRO EUROPEO


CM98 / CM98S TITOLO

CM98 / CM98S


CM98 / CM98S 1

CM98

 

Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo, corredato
di defender di protezione sul lato esterno, lato interno azionamento chiavistelli
e scrocco con pomolo, senza l’ausilio della chiave.

N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera
numerata e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 11

 


CM98 / CM98S 2

CM98S

 

Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo, corredato
di defender di protezione sul lato esterno, lato interno azionamento chiavistelli
e scrocco con pomolo, senza l’ausilio della chiave.

N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.

Cilindro di servizio tipoYale con 3 chiavi.
Blocchi di ancoraggio: 12


CM98 / CM98S ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 3

 

    1. Scocca in acciaio 12/10

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 


CLASSE DI SICUREZZA 2

 

La determinazione di appartenenza alla classe 2 avviene attraverso una serie
di prove effettuate presso i laboratori di enti di certificazione.
Prova della resistenza sotto carico statico

La prova viene effettuata con un “applicatore di carico” costituito
da un pistone idraulico in grado di applicare pressioni. Il campione di prova
viene fissato su appositi telai dove viene applicato progressivamente il carico
per un tempo di 60 secondi in vari punti del campione: nei punti più deboli
ed in prossimità dei punti di riferma (serratura, deviatori, cerniere ecc.).
Una volta eseguito il test si procede alle misurazioni strumentali ed al controllo
visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza sotto carico dinamico

La prova dinamica simula attacchi fisici quali cariche con spallate, calci,
ecc. La prova viene effettuata con un “pendolo d’impatto” costituito
da un peso applicato ad un cavo d’acciaio che viene lasciato cadere da determinate
altezze. Il campione di prova viene fissato su appositi telai e viene colpito
dal pendolo in varie posizioni. Una volta eseguito il test si procede alle
misurazioni strumentali ed al controllo visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza all’attacco manuale

Il campione di prova viene fissato su appositi telai e sottoposto ad una serie
di aggressioni da parte di un ipotetico “ladro”. La porta viene aggredita
secondo diverse modalità quali lo sfondamento dal lato cerniere, la forzatura
e lo strappo della serratura, lo sfondamento e perforazione del pannello anta,
lo sfondamento dal lato serratura. L’operazione dispone di un tempo limitato
per aprire l’anta e praticare un’apertura sufficiente a consentire il suo passaggio.
Prova ufficiale ANTIEFFRAZIONE:

secondo norma UNI ENV 1627

Rapporto di prova n° DC05/079/00; n° DC05/113/00;

La certificazione della prova di appartenenza alla CLASSE 2 è stata rilasciata
dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).


CE93F TITOLO

CE93F

 


CE93F 1
Serratura tipo cassaforte con chiavistelli comandati dal pomolo a frizione,
blocco a folle con cilindro a Profilo Europeo, corredato
di defender di protezione sul lato esterno, scrocco azionabile lato esterno
con chiave, lato interno con pomolo cilindro.N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 13 

CE93G

 

Il modello CE93G si differenzia per avere lo scrocco azionabile dal lato esterno
con pomolo.


CE93F ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Dispositivo block

 

    1. Doppi deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 5

 

    1. Scocca in acciaio 18/10

 

    1. Soglia mobile (parafreddo)

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 


CLASSE DI SICUREZZA 3

 

La determinazione di appartenenza alla classe 3 avviene attraverso una serie
di prove effettuate presso i laboratori di enti di certificazione.
Prova della resistenza sotto carico statico

La prova viene effettuata con un “applicatore di carico” costituito
da un pistone idraulico in grado di applicare pressioni. Il campione di prova
viene fissato su appositi telai dove viene applicato progressivamente il carico
per un tempo di 60 secondi in vari punti del campione: nei punti più deboli
ed in prossimità dei punti di riferma (serratura, deviatori, cerniere ecc.).
Una volta eseguito il test si procede alle misurazioni strumentali ed al controllo
visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza sotto carico dinamico

La prova dinamica simula attacchi fisici quali cariche con spallate, calci,
ecc. La prova viene effettuata con un “pendolo d’impatto” costituito
da un peso applicato ad un cavo d’acciaio che viene lasciato cadere da determinate
altezze. Il campione di prova viene fissato su appositi telai e viene colpito
dal pendolo in varie posizioni. Una volta eseguito il test si procede alle
misurazioni strumentali ed al controllo visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza all’attacco manuale

Il campione di prova viene fissato su appositi telai e sottoposto ad una serie
di aggressioni da parte di un ipotetico “ladro”. La porta viene aggredita
secondo diverse modalità quali lo sfondamento dal lato cerniere, la forzatura
e lo strappo della serratura, lo sfondamento e perforazione del pannello anta,
lo sfondamento dal lato serratura. L’operazione dispone di un tempo limitato
per aprire l’anta e praticare un’apertura sufficiente a consentire il suo passaggio.
Prova ufficiale ANTIEFFRAZIONE:

secondo norma UNI ENV 1627

Rapporto di prova n° DC05/080/00; n° DC05/114/00; n° 0003/DC/TTS/02;

La certificazione della prova di appartenenza alla CLASSE 3 è stata rilasciata
dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).


38,5 DB ISOLAMENTO ACUSTICO

 

Norma relativa all’isolamento acustico

La norma stabilisce un metodo per la misura in laboratorio del potere fonoisolante
di elementi di edifici quali pareti, pavimenti, porte, finestre, elementi di
facciata o facciate.

I risultati ottenuti possono essere utilizzati per progettare elementi edilizi
con appropriate caratteristiche acustiche e per confrontare e classificare tali
elementi in riferimento al loro potere fonoisolante.

Le porte Gardesa sono certificate in base ai decibel di abbattimento acustico
RW, secondo quanto previsto dalle normative.
Prova ufficiale ISOLAMENTO ACUSTICO:

secondo norma ISO 140/3 – ISO 717/1
34.5 dB Rapporto di prova n° ME06/070/97; 38.5 dB Rapporto
di prova n° ME06/069/97

La certificazione della prova dell’abbattimento acustico 34,5 e 38,5dB è stata
rilasciata dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).

 


CD21 TITOLO

CD21


CD21 1
Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo posizionao
nella parte superiore. Un altro cilindro a Profilo Europeo nella parte inferiore
aziona un chiavistello e blocca il funzionamento del cilindro superiore corredato
di defender di protezione sul lato esterno, scrocco azionabile lato esterno
con chiave, lato interno con pomolo cilindro.N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 14

CD21 ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Dispositivo block

 

    1. Doppi deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 5

 

    1. Scocca in acciaio 18/10

 

    1. Soglia mobile (parafreddo)

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 


CLASSE DI SICUREZZA 3

 

La determinazione di appartenenza alla classe 3 avviene attraverso una serie
di prove effettuate presso i laboratori di enti di certificazione.
Prova della resistenza sotto carico statico

La prova viene effettuata con un “applicatore di carico” costituito
da un pistone idraulico in grado di applicare pressioni. Il campione di prova
viene fissato su appositi telai dove viene applicato progressivamente il carico
per un tempo di 60 secondi in vari punti del campione: nei punti più deboli
ed in prossimità dei punti di riferma (serratura, deviatori, cerniere ecc.).
Una volta eseguito il test si procede alle misurazioni strumentali ed al controllo
visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza sotto carico dinamico

La prova dinamica simula attacchi fisici quali cariche con spallate, calci,
ecc. La prova viene effettuata con un “pendolo d’impatto” costituito
da un peso applicato ad un cavo d’acciaio che viene lasciato cadere da determinate
altezze. Il campione di prova viene fissato su appositi telai e viene colpito
dal pendolo in varie posizioni. Una volta eseguito il test si procede alle
misurazioni strumentali ed al controllo visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza all’attacco manuale

Il campione di prova viene fissato su appositi telai e sottoposto ad una serie
di aggressioni da parte di un ipotetico “ladro”. La porta viene aggredita
secondo diverse modalità quali lo sfondamento dal lato cerniere, la forzatura
e lo strappo della serratura, lo sfondamento e perforazione del pannello anta,
lo sfondamento dal lato serratura. L’operazione dispone di un tempo limitato
per aprire l’anta e praticare un’apertura sufficiente a consentire il suo passaggio.
Prova ufficiale ANTIEFFRAZIONE:

secondo norma UNI ENV 1627

Rapporto di prova n° DC05/080/00; n° DC05/114/00; n° 0003/DC/TTS/02;

La certificazione della prova di appartenenza alla CLASSE 3 è stata rilasciata
dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).

 

38,5 DB ISOLAMENTO ACUSTICO

 

Norma relativa all’isolamento acustico

La norma stabilisce un metodo per la misura in laboratorio del potere fonoisolante
di elementi di edifici quali pareti, pavimenti, porte, finestre, elementi
di facciata o facciate.

I risultati ottenuti possono essere utilizzati per progettare elementi edilizi
con appropriate caratteristiche acustiche e per confrontare e classificare
tali elementi in riferimento al loro potere fonoisolante.

Le porte Gardesa sono certificate in base ai decibel di abbattimento acustico
RW, secondo quanto previsto dalle normative.
Prova ufficiale ISOLAMENTO ACUSTICO:

secondo norma ISO 140/3 – ISO 717/1
34.5 dB Rapporto di prova n° ME06/070/97; 38.5 dB Rapporto
di prova n° ME06/069/97

La certificazione della prova dell’abbattimento acustico 34,5 e 38,5dB è stata
rilasciata dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).


DC24

DC24


DC24 1
Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo posizionao
nella parte superiore. Un altro cilindro a Profilo Europeo nella parte inferiore
aziona un chiavistello e blocca il funzionamento del cilindro superiore dotato
di chiave master utilizzabile per entrambi i cilindri.I cilindri sono corredati
di defender di protezione sul lato esterno, lato interno azionamento chiavistelli
e scrocco con pomolo senza ausilio della chiave.N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 20

DC24 ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Dispositivo block

 

    1. Doppi deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 5

 

    1. Scocca in acciaio 18/10

 

    1. Soglia mobile (parafreddo)

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 

 

ARMADI CORAZZATI

Gli armadi corazzati monoblocco serie “AL” e “ALC” sono la migliore soluzione per il contenimento di beni e valori di medie e grandi dimensioni. Grazie alla copertura interna su tutte le pareti in acciaio al manganese si hanno ottime protezioni antiscasso contenendo i pesi. In ambienti di uso civile sono utilzzati per: armi, tappeti, quadri, argenteria, pellicce ecc.; in ambienti commerciali, industriali e pubblica amministrazione per: apparecchiature, prototipi, disegni, documentazione, pratiche ecc. I modelli di serie e la possibilità di realizzazioni a misura, come dimensioni, colore, tipi di chiusura, ecc., pongono queste linee di armadi blindati in grado di soddisfare le più svariate esigenze di mercato.


Gli armadi corazzati monoblocco serie “AL” e “ALC” sono la migliore soluzione per il contenimento di beni e valori di medie e grandi dimensioni. Grazie alla copertura interna su tutte le pareti in acciaio al manganese si hanno ottime protezioni antiscasso contenendo i pesi. In ambienti di uso civile sono utilzzati per: armi, tappeti, quadri, argenteria, pellicce ecc.; in ambienti  commerciali, industriali e pubblica amministrazione per: apparecchiature, prototipi, disegni, documentazione, pratiche ecc. I modelli di serie e la possibilità di realizzazioni a misura, come dimensioni, colore, tipi di chiusura, ecc., pongono queste linee di armadi blindati in grado di soddisfare le più svariate esigenze di mercato.

AL

ARMADI SICUREZZA AL

 

CARATTERISTICHE TECNICHE:

 

SERIE AL: Corpo e battente/i realizzati con lamiera d’acciaio di spessore 3 mm. Ulteriore piastra in acciaio al manganese di spessore 2 mm a protezione delle serrature e dei movimenti. Battente/i con apertura a 180° tramite robusti cardini esterni, con blocco in chiusura assicurato da barre in acciaio di spessore 15 mm, azionate da maniglia e crociera, profilo continuo antistrappo sul lato cardini. Ripiani regolabili in altezza su rastrelliere laterali. Colore Grigio RAL 7040.

 

SISTEMI DI CHIUSURE: (disponibili per tutti i modelli) chiave/chiave+combinazione meccanica/chiave+combinazione elettronica/combinazione elettronica/lettore biometrico di impronta.

MODELLO DIMENSIONI ESTERNE

H x L x P

DIMENSIONI INTERNE

H x L X P

PESO Kg CAPACITA’ Lt RIPIANI
AL1000 1000x700x500 925x694x415 100 266  2
AL1600 1600x700x500 1525x694x415 160 439  3
AL1900 1950x1000x500 1875x994x415 240 773  4

OPTIONAL: Tesoretti e attrezzature interne, cardini posizionati a sinistra, verniciatura personalizzata, realizzazione a misura, versione componibile, versione atermica.


ALC

ARMADI CORAZZATI ALC

 

CARATTERISTICHE TECNICHE:

 

SERIE ALC: Corpo e battente/i realizzati con  doppia lamiera, esterna in acciaio di spessore 3 mm e interna in acciaio al manganese spessore 2 mm su tutte le pareti. Ulteriore piastra in acciaio al manganese di spessore 2 mm a protezione delle serrature e dei movimenti. Battente/i con apertura a 180° tramite robusti cardini esterni, con blocco in chiusura assicurato da barre in acciaio di spessore 15 mm, azionate da maniglia e crociera, profilo continuo antistrappo sul lato cardini. Ripiani regolabili in altezza su rastrelliere laterali. Colore Grigio RAL 7040.

 

SISTEMI DI CHIUSURE: (disponibili per tutti i modelli) chiave/chiave+combinazione meccanica/chiave+combinazione elettronica/combinazione elettronica/lettore biometrico di impronta.

 

MODELLO DIMENSIONI ESTERNE

H x L x P

DIMENSIONI INTERNE

H x L X P

PESO

Kg

CAPACITA’

Lt

RIPIANI
ALC1000 1000x700x500 923x690x413 160 263 2
ALC1600 1600x700x500 1523x690x413 250 434 3
ALC1900 1950x1000x500 1873x990x413 360 766 4

OPTIONAL: Tesoretti e attrezzature interne, cardini posizionati a sinistra, verniciatura personalizzata, realizzazione a misura, versione componibile, versione atermica.

 

Il mio albergo bed&breakfast

Il mio tesoro da proteggere sono i miei clienti e i loro valori.h2705-serratura-elettronica-con-codice-con-deposito

Per questo installerò in ogni camera una cassaforte a muro da incasso o una all’interno dei mobiletti della stanza ancorata alla base e/o alla schiena.     La cassaforte disporrà di una serratura elettronica con un codice che il cliente imposterà facilmente al momento dell’arrivo e utilizzerà durante il soggiorno; in ogni momento però ( per esigenze del cliente – dimenticanza codice o altro – ) l’albergatore potrà aprire la cassaforte con il codice master d’emergenza che automaticamente annullerà il codice cliente garantendo anch’esso che l’albergatore nella normale attività non abbia aperto la cassaforte.

Se la mia hall me lo consentirà aggiungerò anche un armadio blindato/cassaforte che mi permetterà di salvaguardare i miei valori e tramite l’installazione di cassette di sicurezza  a doppia chiave cliente-albergatore di tutelare quelli particolarmente preziosi dei clienti. Il tutto controllato da un sistema TVCC che tramite la videoregistrazione delle immagini mi potrà risolvere qualsiasi controversia con i clienti e mi assicurerà contro eventuali furti/rapine. Se il mio albergo non dovesse avere il servizio notturno metterò in sicurezza i punti a rischio con un buon sistema antifurto che tramite i rivelatori volumetrici a doppia tecnologia mi avviserà utilizzando il combinatore GSM di un allarme generato da malintenzionati spaventandoli anche con le sirene esterne ed interne: niente paura se la struttura è già operante e non si possono utilizzare i cavidotti esistenti: l’affidabilità degli impianti wireless di ultima generazione è totale e consente di installare l’intero sistema senza minimamente intaccare l’estetica dei locali.

Le casseforti che potrebbero interessarti:

CATEGORIA PORTE CILINDRO EUROPEO


CM98 / CM98S TITOLO

CM98 / CM98S


CM98 / CM98S 1

CM98

 

Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo, corredato
di defender di protezione sul lato esterno, lato interno azionamento chiavistelli
e scrocco con pomolo, senza l’ausilio della chiave.

N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera
numerata e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 11

 


CM98 / CM98S 2

CM98S

 

Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo, corredato
di defender di protezione sul lato esterno, lato interno azionamento chiavistelli
e scrocco con pomolo, senza l’ausilio della chiave.

N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.

Cilindro di servizio tipoYale con 3 chiavi.
Blocchi di ancoraggio: 12


CM98 / CM98S ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 3

 

    1. Scocca in acciaio 12/10

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 


CLASSE DI SICUREZZA 2

 

La determinazione di appartenenza alla classe 2 avviene attraverso una serie
di prove effettuate presso i laboratori di enti di certificazione.
Prova della resistenza sotto carico statico

La prova viene effettuata con un “applicatore di carico” costituito
da un pistone idraulico in grado di applicare pressioni. Il campione di prova
viene fissato su appositi telai dove viene applicato progressivamente il carico
per un tempo di 60 secondi in vari punti del campione: nei punti più deboli
ed in prossimità dei punti di riferma (serratura, deviatori, cerniere ecc.).
Una volta eseguito il test si procede alle misurazioni strumentali ed al controllo
visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza sotto carico dinamico

La prova dinamica simula attacchi fisici quali cariche con spallate, calci,
ecc. La prova viene effettuata con un “pendolo d’impatto” costituito
da un peso applicato ad un cavo d’acciaio che viene lasciato cadere da determinate
altezze. Il campione di prova viene fissato su appositi telai e viene colpito
dal pendolo in varie posizioni. Una volta eseguito il test si procede alle
misurazioni strumentali ed al controllo visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza all’attacco manuale

Il campione di prova viene fissato su appositi telai e sottoposto ad una serie
di aggressioni da parte di un ipotetico “ladro”. La porta viene aggredita
secondo diverse modalità quali lo sfondamento dal lato cerniere, la forzatura
e lo strappo della serratura, lo sfondamento e perforazione del pannello anta,
lo sfondamento dal lato serratura. L’operazione dispone di un tempo limitato
per aprire l’anta e praticare un’apertura sufficiente a consentire il suo passaggio.
Prova ufficiale ANTIEFFRAZIONE:

secondo norma UNI ENV 1627

Rapporto di prova n° DC05/079/00; n° DC05/113/00;

La certificazione della prova di appartenenza alla CLASSE 2 è stata rilasciata
dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).


CE93F TITOLO

CE93F

 


CE93F 1
Serratura tipo cassaforte con chiavistelli comandati dal pomolo a frizione,
blocco a folle con cilindro a Profilo Europeo, corredato
di defender di protezione sul lato esterno, scrocco azionabile lato esterno
con chiave, lato interno con pomolo cilindro.N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 13 

CE93G

 

Il modello CE93G si differenzia per avere lo scrocco azionabile dal lato esterno
con pomolo.


CE93F ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Dispositivo block

 

    1. Doppi deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 5

 

    1. Scocca in acciaio 18/10

 

    1. Soglia mobile (parafreddo)

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 


CLASSE DI SICUREZZA 3

 

La determinazione di appartenenza alla classe 3 avviene attraverso una serie
di prove effettuate presso i laboratori di enti di certificazione.
Prova della resistenza sotto carico statico

La prova viene effettuata con un “applicatore di carico” costituito
da un pistone idraulico in grado di applicare pressioni. Il campione di prova
viene fissato su appositi telai dove viene applicato progressivamente il carico
per un tempo di 60 secondi in vari punti del campione: nei punti più deboli
ed in prossimità dei punti di riferma (serratura, deviatori, cerniere ecc.).
Una volta eseguito il test si procede alle misurazioni strumentali ed al controllo
visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza sotto carico dinamico

La prova dinamica simula attacchi fisici quali cariche con spallate, calci,
ecc. La prova viene effettuata con un “pendolo d’impatto” costituito
da un peso applicato ad un cavo d’acciaio che viene lasciato cadere da determinate
altezze. Il campione di prova viene fissato su appositi telai e viene colpito
dal pendolo in varie posizioni. Una volta eseguito il test si procede alle
misurazioni strumentali ed al controllo visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza all’attacco manuale

Il campione di prova viene fissato su appositi telai e sottoposto ad una serie
di aggressioni da parte di un ipotetico “ladro”. La porta viene aggredita
secondo diverse modalità quali lo sfondamento dal lato cerniere, la forzatura
e lo strappo della serratura, lo sfondamento e perforazione del pannello anta,
lo sfondamento dal lato serratura. L’operazione dispone di un tempo limitato
per aprire l’anta e praticare un’apertura sufficiente a consentire il suo passaggio.
Prova ufficiale ANTIEFFRAZIONE:

secondo norma UNI ENV 1627

Rapporto di prova n° DC05/080/00; n° DC05/114/00; n° 0003/DC/TTS/02;

La certificazione della prova di appartenenza alla CLASSE 3 è stata rilasciata
dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).


38,5 DB ISOLAMENTO ACUSTICO

 

Norma relativa all’isolamento acustico

La norma stabilisce un metodo per la misura in laboratorio del potere fonoisolante
di elementi di edifici quali pareti, pavimenti, porte, finestre, elementi di
facciata o facciate.

I risultati ottenuti possono essere utilizzati per progettare elementi edilizi
con appropriate caratteristiche acustiche e per confrontare e classificare tali
elementi in riferimento al loro potere fonoisolante.

Le porte Gardesa sono certificate in base ai decibel di abbattimento acustico
RW, secondo quanto previsto dalle normative.
Prova ufficiale ISOLAMENTO ACUSTICO:

secondo norma ISO 140/3 – ISO 717/1
34.5 dB Rapporto di prova n° ME06/070/97; 38.5 dB Rapporto
di prova n° ME06/069/97

La certificazione della prova dell’abbattimento acustico 34,5 e 38,5dB è stata
rilasciata dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).

 


CD21 TITOLO

CD21


CD21 1
Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo posizionao
nella parte superiore. Un altro cilindro a Profilo Europeo nella parte inferiore
aziona un chiavistello e blocca il funzionamento del cilindro superiore corredato
di defender di protezione sul lato esterno, scrocco azionabile lato esterno
con chiave, lato interno con pomolo cilindro.N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 14

CD21 ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Dispositivo block

 

    1. Doppi deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 5

 

    1. Scocca in acciaio 18/10

 

    1. Soglia mobile (parafreddo)

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 


CLASSE DI SICUREZZA 3

 

La determinazione di appartenenza alla classe 3 avviene attraverso una serie
di prove effettuate presso i laboratori di enti di certificazione.
Prova della resistenza sotto carico statico

La prova viene effettuata con un “applicatore di carico” costituito
da un pistone idraulico in grado di applicare pressioni. Il campione di prova
viene fissato su appositi telai dove viene applicato progressivamente il carico
per un tempo di 60 secondi in vari punti del campione: nei punti più deboli
ed in prossimità dei punti di riferma (serratura, deviatori, cerniere ecc.).
Una volta eseguito il test si procede alle misurazioni strumentali ed al controllo
visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza sotto carico dinamico

La prova dinamica simula attacchi fisici quali cariche con spallate, calci,
ecc. La prova viene effettuata con un “pendolo d’impatto” costituito
da un peso applicato ad un cavo d’acciaio che viene lasciato cadere da determinate
altezze. Il campione di prova viene fissato su appositi telai e viene colpito
dal pendolo in varie posizioni. Una volta eseguito il test si procede alle
misurazioni strumentali ed al controllo visivo delle deformazioni avvenute.
Prova della resistenza all’attacco manuale

Il campione di prova viene fissato su appositi telai e sottoposto ad una serie
di aggressioni da parte di un ipotetico “ladro”. La porta viene aggredita
secondo diverse modalità quali lo sfondamento dal lato cerniere, la forzatura
e lo strappo della serratura, lo sfondamento e perforazione del pannello anta,
lo sfondamento dal lato serratura. L’operazione dispone di un tempo limitato
per aprire l’anta e praticare un’apertura sufficiente a consentire il suo passaggio.
Prova ufficiale ANTIEFFRAZIONE:

secondo norma UNI ENV 1627

Rapporto di prova n° DC05/080/00; n° DC05/114/00; n° 0003/DC/TTS/02;

La certificazione della prova di appartenenza alla CLASSE 3 è stata rilasciata
dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).

 

38,5 DB ISOLAMENTO ACUSTICO

 

Norma relativa all’isolamento acustico

La norma stabilisce un metodo per la misura in laboratorio del potere fonoisolante
di elementi di edifici quali pareti, pavimenti, porte, finestre, elementi
di facciata o facciate.

I risultati ottenuti possono essere utilizzati per progettare elementi edilizi
con appropriate caratteristiche acustiche e per confrontare e classificare
tali elementi in riferimento al loro potere fonoisolante.

Le porte Gardesa sono certificate in base ai decibel di abbattimento acustico
RW, secondo quanto previsto dalle normative.
Prova ufficiale ISOLAMENTO ACUSTICO:

secondo norma ISO 140/3 – ISO 717/1
34.5 dB Rapporto di prova n° ME06/070/97; 38.5 dB Rapporto
di prova n° ME06/069/97

La certificazione della prova dell’abbattimento acustico 34,5 e 38,5dB è stata
rilasciata dall’Istituto CSI S.p.A. Bollate (MI).


DC24

DC24


DC24 1
Serratura con chiavistelli comandati dal cilindro a Profilo Europeo posizionao
nella parte superiore. Un altro cilindro a Profilo Europeo nella parte inferiore
aziona un chiavistello e blocca il funzionamento del cilindro superiore dotato
di chiave master utilizzabile per entrambi i cilindri.I cilindri sono corredati
di defender di protezione sul lato esterno, lato interno azionamento chiavistelli
e scrocco con pomolo senza ausilio della chiave.N° 5 chiavi in confezione sigillata, duplicabili con consegna della tessera numerata
e della chiave originale. In dotazione cilindro da cantiere a perdere.
Blocchi di ancoraggio: 20

DC24 ELENCO
    1. Carenatura in lamiera plastificata testa di moro

 

    1. Cerniere registrabili

 

    1. Coibentazione interna con pannelli resinati rigidi

 

    1. Dispositivo block

 

    1. Doppi deviatori

 

    1. Doppia guarnizione di battuta

 

    1. Falso telaio

 

    1. Omega in acciaio

 

    1. Pannelli di rivestimento

 

    1. Rostri fissi n° 5

 

    1. Scocca in acciaio 18/10

 

    1. Soglia mobile (parafreddo)

 

    1. Spioncino

 

    1. Stipite in acciaio 15/10 plastificato testa di moro

 

    1. Tappi per fori rostri

 

 

ARMADI CORAZZATI

Gli armadi corazzati monoblocco serie “AL” e “ALC” sono la migliore soluzione per il contenimento di beni e valori di medie e grandi dimensioni. Grazie alla copertura interna su tutte le pareti in acciaio al manganese si hanno ottime protezioni antiscasso contenendo i pesi. In ambienti di uso civile sono utilzzati per: armi, tappeti, quadri, argenteria, pellicce ecc.; in ambienti commerciali, industriali e pubblica amministrazione per: apparecchiature, prototipi, disegni, documentazione, pratiche ecc. I modelli di serie e la possibilità di realizzazioni a misura, come dimensioni, colore, tipi di chiusura, ecc., pongono queste linee di armadi blindati in grado di soddisfare le più svariate esigenze di mercato.


Gli armadi corazzati monoblocco serie “AL” e “ALC” sono la migliore soluzione per il contenimento di beni e valori di medie e grandi dimensioni. Grazie alla copertura interna su tutte le pareti in acciaio al manganese si hanno ottime protezioni antiscasso contenendo i pesi. In ambienti di uso civile sono utilzzati per: armi, tappeti, quadri, argenteria, pellicce ecc.; in ambienti  commerciali, industriali e pubblica amministrazione per: apparecchiature, prototipi, disegni, documentazione, pratiche ecc. I modelli di serie e la possibilità di realizzazioni a misura, come dimensioni, colore, tipi di chiusura, ecc., pongono queste linee di armadi blindati in grado di soddisfare le più svariate esigenze di mercato.

AL

ARMADI SICUREZZA AL

 

CARATTERISTICHE TECNICHE:

 

SERIE AL: Corpo e battente/i realizzati con lamiera d’acciaio di spessore 3 mm. Ulteriore piastra in acciaio al manganese di spessore 2 mm a protezione delle serrature e dei movimenti. Battente/i con apertura a 180° tramite robusti cardini esterni, con blocco in chiusura assicurato da barre in acciaio di spessore 15 mm, azionate da maniglia e crociera, profilo continuo antistrappo sul lato cardini. Ripiani regolabili in altezza su rastrelliere laterali. Colore Grigio RAL 7040.

 

SISTEMI DI CHIUSURE: (disponibili per tutti i modelli) chiave/chiave+combinazione meccanica/chiave+combinazione elettronica/combinazione elettronica/lettore biometrico di impronta.

MODELLO DIMENSIONI ESTERNE

H x L x P

DIMENSIONI INTERNE

H x L X P

PESO Kg CAPACITA’ Lt RIPIANI
AL1000 1000x700x500 925x694x415 100 266  2
AL1600 1600x700x500 1525x694x415 160 439  3
AL1900 1950x1000x500 1875x994x415 240 773  4

OPTIONAL: Tesoretti e attrezzature interne, cardini posizionati a sinistra, verniciatura personalizzata, realizzazione a misura, versione componibile, versione atermica.


ALC

ARMADI CORAZZATI ALC

 

CARATTERISTICHE TECNICHE:

 

SERIE ALC: Corpo e battente/i realizzati con  doppia lamiera, esterna in acciaio di spessore 3 mm e interna in acciaio al manganese spessore 2 mm su tutte le pareti. Ulteriore piastra in acciaio al manganese di spessore 2 mm a protezione delle serrature e dei movimenti. Battente/i con apertura a 180° tramite robusti cardini esterni, con blocco in chiusura assicurato da barre in acciaio di spessore 15 mm, azionate da maniglia e crociera, profilo continuo antistrappo sul lato cardini. Ripiani regolabili in altezza su rastrelliere laterali. Colore Grigio RAL 7040.

 

SISTEMI DI CHIUSURE: (disponibili per tutti i modelli) chiave/chiave+combinazione meccanica/chiave+combinazione elettronica/combinazione elettronica/lettore biometrico di impronta.

 

MODELLO DIMENSIONI ESTERNE

H x L x P

DIMENSIONI INTERNE

H x L X P

PESO

Kg

CAPACITA’

Lt

RIPIANI
ALC1000 1000x700x500 923x690x413 160 263 2
ALC1600 1600x700x500 1523x690x413 250 434 3
ALC1900 1950x1000x500 1873x990x413 360 766 4

OPTIONAL: Tesoretti e attrezzature interne, cardini posizionati a sinistra, verniciatura personalizzata, realizzazione a misura, versione componibile, versione atermica.